Le scale diminuite
Scala tono-semitono
Scala semitono-tono
Arpeggio diminuito
ProprietÓ delle scale diminuite
Diteggiature delle scale diminuite
Esercizi sulle scale diminuite
Arpeggi diminuiti
Esercizi sugli arpeggi diminuiti


Arpeggi diminuiti

Abbiamo visto come si pu˛ ricavare da una scala diminuita un arpeggio diminuito, e che questo rimane indifferente al fatto che la scala da cui si ricava sia diminuita t-st o st-t. Mantenendo sempre gli stessi intervalli possiamo valutare un solo tipo di arpeggio diminuito. Successivamente vedremo come per˛ questo si adatti a situazioni armoniche differenti, definendone a seconda dei casi particolari aspetti melodici.
Gli arpeggi diminuiti seguono la stessa regola vista per le scale diminuite che racchiude in tre gruppi principali le nostre dodici note. Abbiamo quindi tre arpeggi diminuiti, ciascuno dei quali Ŕ formato da quattro note che possono essere considerate ognuna come tonica. Ecco i tre gruppi:

  • arpeggio diminuito di C, Eb, F# e A
  • arpeggio diminuito di C#, E, G e Bb
  • arpeggio diminuito di D, F, G# e B
Passiamo quindi a vedere una serie di esercizi sugli arpeggi diminuiti.


Ex. #1

La classica diteggiatura di un arpeggio, in questo caso in tonalitÓ di C (o Eb, F#, A), la cui diteggiatura pu˛ partire dal 2░ tasto, dal 5░, 8░, 11░, 14░ eccetera. Osservate bene anche la posizione delle dita.


Ex. #2

Esecuzione tipica di una arpeggio diminuito in orizzontale, in sequenza ascendente due note per corda, sempre a pennata alternata.


Ex. #3

Esecuzione tipica di una arpeggio diminuito in orizzontale, in sequenza discendente due note per corda.


Ex. #4

Tipica fuga diminuita di stampo classicheggiante, molto usata nella musica classica e in ambito rock-metal-classico. In questo caso si tratta di suonare una sequenza di tre note su di un tempo di quattro sedicesimi, a scalare sull'arpeggio diminuito. Chiudendo la scalata sulla nota C si conferma la tonalitÓ medesima per tutta la sequenza di note. Questo perchŔ se ne conferma il centro tonale.


Ex. #5

Arpeggio diminuito basato sulla tecnica dello string skipping. E' possibile dividere la struttura di composizione dell'arpeggio in due gruppi di corde, uno composto da 6a, 4a e 2a corda e l'altro da 5a, 3a e 1a corda. Ovviamente la stessa struttura mantiene inalterata la diteggiatura nelle altre tonalitÓ che compongono l'arpeggio diminuito.


Pagina precedente

torna all'inizio della pagina


Print

Pagina successiva