Intro
Analisi ritmica
Single note
Chord
Single note and Chord
Stopped note
Le ottave
Funky Blues
Lo slap
Costruire la ritmica funky
Funky Blue Song
Frusciante Funky Style



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata


Funky Rhythm

In questa sezione viene analizzata una delle qualità più importanti richieste ad un chitarrista: l'uso della ritmica. Più precisamente lavoriamo su di un particolare modo di intendere, appunto, la ritmica, e cioè il funky . Perchè proprio questo? Facciamone una breve introduzione.
Considerando il fatto che leggendo queste pagine abbiate già delle buone conoscenze base relative alla ritmica (che in caso contrario è possibile approfondire nell'apposita sezione), la ritmica funky sembra quella più completa da un punto di vista esecutivo, più che altro per il fatto che subisce le influenze anche di svariati generi musicali, dal jazz al rock, dalla musica latina al pop, e che proprio grazie a questo se ne riconoscono le caratteristiche in brani magari così diversi fra loro.
Una precisazione. Sebbene trattiamo l'argomento da un punto di vista prettamente chitarristico, il funky è , o comunque deve essere, uno standard nella tecnica strumentale di qualunque musicista.
La successione degli esercizi a seguire è molto selettiva. Vedremo infatti l'uso della ritmica funky utilizzando più tecniche di esecuzione, al fine di risultare i più completi sotto tutti gli aspetti esecutivi, in modo tale da adattarsi anche a tutte le possibilità, armoniche e melodiche, anche relative determinati stili di esecuzione.


Interpretare la ritmica

Una delle difficoltà maggiori in cui ci si imbatte spesso, è l'interpretazione del ritmo scritto in partitura, di cui spesso e volentieri su carta e a mano, con la non semplice "traduzione" di parti scritte con calligrafia...quasi da medico (leggi: irriconoscibile), cosa che capita il più delle volte durante le sedute di registrazione in sala di incisione, quando ti passano delle parti scritte magari al momento e in fretta. Ma a volte anche una parte scritta, o a computer a a mano (fatta bene), può essere di difficile interpretazione. Come ovviare ad un eventuale problema simile? Vorrei brevemente esporre un sistema che ritengo utile per chi si trova ad affrontare le prime volte la lettura ritmica.
In pratica si tratta di ragionare sulla base del calcolo a caselle. L'idea è semplice: si identifica la divisione ritmica più piccola della parte da suonare, e si espone un casellario simile a quello che vedete subito sotto:

In questo caso ho diviso una singola battuta da 4/4 nei quattro movimenti. Ogni casella ha quindi un valore da 1/4. Se suonassi a quarti otterrei questo:

  

Come avrete notato, ho semplicemente identificato nel grafico a destra come sviluppare la ritmica. La pennata in giù coincide anche con la nota (o l'accordo) da suonare in battere su ogni movimento. Ogni nota (o accordo, lo ripeto) da suonare viene identificata con un pallino rosso.
Vediamo ora una ritmica ad ottavi. Nel grafico, essendo proprio gli ottavi la divisione ritmica più piccola, ogni casella da 1/4 viene suddivisa in due caselle d 1/8.

  

Volessimo usare una legatura tra il secondo e il terzo movimento, la pennata in battere sul terzo movimento la dovremo fare a vuoto (indicata tra parentesi per chiarezza), in quanto il suono continua dalla nota precedente. Questo è un sistema molto utile per tenere il tempo, e cioè dare alla mano sempre il movimento con la scansione ritmica di base. Otterremo quindi:

  

Utilizziamo i sedicesimi come divisione ritmica più piccola. Ecco una battuta completa a sedicesimi:

  

Vediamo come sviluppare una ritmica a sedicesimi più complessa utilizzando in questo esempio delle pause di sedicesimo. Le pennate non indicate devono essere comunque fatte dalla mano destra che, chiaramente, non le suona.

  

Prendete confidenza con questo sistema. In pratica, ogni volta che trovate delle difficoltà ad analizzare una ritmica, fatevi un grafico a caselle simile a quello di cui abbiamo parlato, battuta per battuta, dopo di che scrivetene la "traduzione": vedrete che il lavoro di apprendimento verrà molto facilitato.
Iniziamo a questo punto lo studio vero e proprio della rimica funky, iniziando lo studio sulle single note.



torna all'inizio della pagina
Inizio pagina

Print