Introduzione
Diteggiature
Esercizi melodici
Esercizi tecnici



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata

Esercizi tecnici

Mentre nella sezione precedente abbiamo potuto lavorare con una serie di esercizi melodici, allo scopo pricipale di assimilare le sonorità della scala minore armonica in diversi contesti, passiamo ora ad una serie di studi tecncie basati sulle diteggiature. Questi verranno studiati valutando attentamente le diteggiature e potranno poi essere riproposti anche all'interno dei soli durante le improvvisazioni.
Risulta fondamentale gestire questi esercizi attenendosi alle solite regole, che prevedono ad esempio l'uso del metronomo (sempre a velocità bassa per le prime volte), l'uso della pennata alternata (a meno di eventuali indicazioni diverse), facendo attenzione soprattutto al fatto che sono esercizi parecchio complicati sotto l'aspetto tecnico, specialmente se suonati a velocità elevate.
La tonalità usata per questi primi esercizi e A minore armonico, che sviluppa la successione di note naturali tipiche della scala di A minore (o relativa maggiore, cioè C), con la sola alterazione della nota G#.


Ex. 1
In questo primo esercizio impostiamo il lavoro nel sistema che verrà poi eseguito anche nella successiva serie di esercizi. Dobbiamo in pratica assimilare a fondo l'uso delle diteggiature a tre note per corda, visto nella parte iniziale di questa sezione, anche se, come vedrete, in molti casi lavoriamo facendo riferimento a due diteggiature contigue. Importante: seppure il sistema a tre note per cora identifica il fatto di usare tre sole note su di una stessa corda, queste possono essere comunque suonate più volte. Difatti, la regola è limitata alla sola posizione della mano sinistra.
Analizzando l'esercizio, si nota come ogni gruppo di sedicesimi sviluppa una diteggiatura a tre note, suonate nella successione indicata. In questo modo possiamo stravolgere il normale senso di esecuzione della scala (ascendente o discendente che sia), interpretando la scala stessa in forma melodica. Ad ogni quartina di note si scende di una corda, fina alla sesta, e finendo l'esecuzione sulla nota più bassa della posizione.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 1 extended
Una volta assimilato perfettamente l'esecuzione ad un tempo "accettabile" di metronomo (da 80 a 120bpm, o più...ma dopo un po di pratica...), possiamo estendere lo studio a tutte le posizioni della scala. Nei due esempi seguenti è facile intuire come debba essere sviluppato lo studio su tutte lo posizioni.

Ex. 1A


Play and listen to midi-file example.

Ex. 1B


Play and listen to midi-file example.



Ex. 2
Come è logico supporre, in questo caso lavoriamo al contrario. Tutte le regole sono uguali a quelle analizzate nel primo esercizio, compreso il fatto di dovere poi traportare il tutto sulle varie posizioni.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 3
In questo esercizio possiamo vedere di utilizzare una sequenza più complicata rispetto alla normale successione di note. Trasportate sempre il tutto sulle varie posizioni.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 4
L'esercizio precedente viene in questo caso sviluppato al contrario.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 5
Cambio di ritmica. Utilizzando un sistema analogo a quello visto nel primo esercizio, lavoriamo con le sestine di sedicesimi, utilizzando, come sempre, la pennata alternata. Fondamentale studiare a velocità ridotta (anche 60bpm, o meno). Un consiglio per chi non ha dimestichezza con la divisione ritmica delle sestine di sedicesimi: studiate inizialmente suddividendo i sedicesimi a gruppi di terzine. In questo modo risulta più semplice assimilare la ritmica stessa.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 6
Lavoriamo ancora sulla ritmica a sedicesimi. La novità è che su ogni corda utilizziamo due posizioni adiacenti prima di passare alla corda successiva.


Play and listen to midi-file example.



Ex. 6 extended
Ecco come sviluppare l'esercizio precedente in un altra posizione.


Play and listen to midi-file example.





Pagina precedente

torna all'inizio della pagina
Inizio pagina

Pagina successiva

Print