Il sistema modale
Esercizi base
Armonizzare i modi
Impro fase 1
II° - V° - I°
II° - V° - I° a triadi



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata

Il Sistema Modale


L'armonia moderna si rapporta in gran parte al sistema modale per quanto riguarda lo sviluppo delle scale e la relativa armonizzazione degli accordi. E' importante conoscere e applicare i concetti che sono ormai fondamentali nella composizione e nell'improvvisazione musicale inerenti appunto al sistema modale. Nello studio di questa sezione diamo per scontato il fatto che tutte le nozioni legate alla parte teorica e armonica dell'argomento in questione siano perfettamente assimilati. Nel caso contrario, ovviamente, è consigliabile (direi obbligatorio) studiare le pagine del sito che trattano il sistema modale, allo scopo di farsi una buona base teorica sulla quale affrontare i successivi studi.
Nella sezione dedicata alle diteggiature delle scale maggiori abbiamo visto come è possibile ottenere le diteggiature secondo un sistema di lavoro a posizioni. Utilizzando lo stesso sistema potremo lavorare sulle diteggiature dei modi legati ai vari tipi di scale maggiori e minori.


Esercizi base

Gli esercizi seguenti servono alla completa assimilazione pratica del sistema modale sulla scala maggiore, che per ovvie ragioni di praticità, vedremo come al solito in tonalità di C maggiore. Valgono i consigli di sempre circa l'esecuzione degli esercizi. Utilizzate quindi il metronomo, al fine di ottenere una corretta esecuzione ritmica, suonando inizialmente a velocità basse, per poi aumentare graduatamente man mano che si acquisisce sicurezza nell'esecuzione.

Es. 1

Nel primo esercizio, suonato sulla scala di C maggiore Type 1 i sette modi vengono suonati in senso ascendente uno per uno, partendo dalla nota più bassa del modo, fino alla nota più alta della posizione (il A, 5° tasto della prima corda), mentre nel senso discendente si opera in modo contrario, quindi dalla nota più alta del modo in senso discendente.

Ex. 01 Ex. 01


Es. 2

Sempre sulla Type 1 sviluppiamo ogni modo in maniera tale da suonarlo partendo dalla tonica bassa, seguita subito dalla sequenza discendente dall'ottava superiore. In questo caso la difficoltà può essere nei salti di corda tra le due toniche di ogni modo. L'esercizio può essere ovviamente eseguito anche sui modi nelle posizioni più basse.

Ex. 02



torna all'inizio della pagina
Inizio pagina

Pagina successiva

Print