Intro
Esercizi base
Riff
Licks



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata

Rock Neoclassico


Con il termine Rock Neoclassico viene identificato un genere musicale che amalgama le sonorità "classiche" dei grandi compositori dell'800 (quali possono essere, ad esempio, Bach, Mozart, Vivaldi) con la tipica "grinta" del rocker (leggi: chitarra distorta...).
Uno dei primissimi chitarristi che hanno pensato di adottare questo tipo di sonorità è stato Ritchie Blackmore con i Deep Purple. Le armonie di alcuni loro brani, infatti, risentivano dell'influenza a lui esercitata da parte dei compositori sopracitati. Blackmore, essendo un precursore di tale tecnica, ha influito a sua volta su tutta una schiera di chitarristi nati artisticamente alla fine degli anni '70. Due su tutti: Yngwie Malmsteen e Jason Becker, che sono divenuti poi a loro volta dei nomi di riferimento attuali ancora oggi.
Questi due chitarristi hanno sostanzialmente coniugato il metal con la musica classica, facendo proprio il lavoro compositivo anche di altri autori del passato, tra i quali sicuramente il più "gettonato" è stato Nicolò Paganini. L'utilizzo delle strutture melodiche dei suoi "capricci" per violino e chitarra hanno contribuito ad alzare notevolmente il livello tecnico delle composizioni dei chitarristi negli anni '80.
Possiamo definire quindi il Rock Neoclassico come un genere sostanzialmente "virtuosistico", dove l'utilizzo di tutte quelle tecniche da shredders (tapping, legati, string skipping, sweep picking) viene enfatizzato molte volte da notevoli velocità di esecuzione.
Per finire questa presentazione occorre precisare che non c'è una via intermedia: il Rock Neoclassico lo si ama o lo si odia. Ad ogni modo penso che nessun chitarrista debba prescidere dall'ascolto e dallo studio di tale genere in quanto è un immensa biblioteca di tecnica abbinabile comunque a varie situazioni musicali...
Armonicamente parlando il genere neoclassico si basa sostanzialmente sulla scala maggiore, minore, minore armonica e sulle scale (e arpeggi) diminuite. In questo campo il sistema modale non viene toccato e forse la causa di un pericolo di una possibile ripetitività nelle composizioni può derivare proprio dal fatto che l'ambiente armonico è circoscritto sull'uso di poche scale. Tutto ciò non toglie però il fatto che il rock neoclassico ha avuto un enorme impatto sui chitarristi. Vediamo quindi come costruire in maniera sequenziale questo stile esecutivo.


Esercizi base

Ex. 1
Cominciamo con la scala madre del neoclassicismo, cioè la scala minore armonica, che potete studiare nella sua analisi tecnica della relativa sezione. Vediamo l'esecuzione di una diteggiatura base in tonalità di D minore armonica. Da ora il termine "minore armonica" sarà abbreviato in "min. arm.".


Play and listen to mp3 audio example.


Ex. 2
Nel primo esercizio suoniamo una prima forma melodica sulla scala.


Play and listen to mp3 audio example.


Ex. 3
In questo caso la formula melodica risulta molto più complicata. tutta la frase è suonata a pennata alternata, facendo attenzione ai continui salti di corda.


Play and listen to mp3 audio example.


Ex. 4
Frase costruita in senso "orrizontale" con l'uso di hammer-on e pull-off.


Play and listen to mp3 audio example.


Ex. 5
Nella prima parte della battuta utilizziamo dei salti di corda per sviluppare una melodia più accentuata e allargata negli intervalli. L'ultima parte prevede una sestina di sedicesimi.


Play and listen to mp3 audio example.



torna all'inizio della pagina

Pagina successiva

Print