Intro
Costruzione
Diteggiature
Pentatonica minore
Pentatonica maggiore
Trasposizione
Pentatonica maggiore
Preparazione agli esercizi
Esercizi 1 - 6
Memorizzazione
Uso dei frammenti a coppie
Il fraseggio
Scale a tre note per corda



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata

Esercizi di tecnica avanzata
sulle scale pentatoniche

Uso dei frammenti di scala

Dopo avere visto nella pagina precedente come le diteggiature complete possono essere utili al fine di memorizzare intere posizioni sulla tastiera, passiamo ora a lavorare sui frammenti di scale. In pratica dobbiamo analizzare la possibilità di sfruttare solo un settore della diteggiatura, inteso come numero di corde a coppie.
E' fondamentale innanzitutto pensare in termini di posizioni, e quindi avere ben presente tutti i box, anche se in alcuni casi potranno essere diverse le dita della mano sinistra, le quali si adatteranno a diteggiature più consone in merito al loro utilizzo. Iniziamo quindi in tonalità di Am, ricordando che la scelta della tonalità è data dal fatto che questa, in fondo, è la più comune e più semplice da capire, data la totale assenza di alterazioni.
L'esecuzione deve essere a semicrome e rigorosamente a pennata alternata. Inoltre, devono essere evitate pause tra i cambi di posizione, ben sapendo che in alcuni casi la mano sinistra si troverà a saltare tra un box e l'altro.
Ricordate infine di suonare a metronomo, partendo da una velocità bassa (intorno ai 60bpm) per poi aumentare il timing una volta acquisita buona padronanza degli esercizi.



Esercizio #1.

Nell'esercizio che ora vediamo si lavora unicamente su prima e seconda corda. Ogni posizione comporta quindi un totale di quattro note per ogni box, suonate in senso ascendente dalla più bassa alla più alta della posizione. Particolare importante, come già accennato sopra, deve essere il fatto che la diteggiatura consigliata in alcuni casi è la più utile sotto il profilo pratico. Nulla vieta, comunque, di utilizzare la diteggiatura standard.
Una volta raggiunto la zona più alta della tastiera, potete tornare verso le prime posizioni scalando diteggiatura per diteggiatura.

Ex. 1



Esercizio #2.

Nel secondo esercizio lavoriamo su ogni box, come nel precedente, ma partendo dalla nota più alta di ogni diteggiatura. Pennata sempre alternata.

Ex. 2



Esercizio #3.

Proviamo a cambiare coppia di corde, spostando la zona di lavoro su seconda e terza corda. In questo caso diventa più difficile organizzare l'esercizio, in quanto la posizione delle diteggiature è più scomoda. Quella consigliata è sicuramente la scelta migliore tra le probabili diteggiature.

Ex. 3



Esercizi su tutte le coppie di corde.

A parte la coppia su seconda e terza corda, tutte le altre coppie hanno le stesse identiche diteggiature, spostate lungo la tastiera a seconda della posizione. Analizziamo brevemente questo concetto.
Paragoniamo come esempio la box 1 sulla coppia di corde 1a e 2a con la box 5 sulla coppia di corde 4a e 3a. Le note saranno le stesse, così come sarà uguale la diteggiatura da adottare con la mano sinistra. Questo indica il fatto che in pratica una volta imparato ad usare una serie di frammenti su di una coppia di corde , in realta si è assimilato anche la possibilità di suonare anche sulle altre coppie, con la sola differenza che occorre spostarsi in latri punti della tastiera ed, eventualmente, anche di ottava. Tranne, come già detto, sulla coppia seconda e terza corda, che faranno delle proprie diteggiature.
Finito questo preambolo introduttivo, possiamo lavorare quindi su tutte le coppie di corde utilizzando i pattern di note già visti sopra negli ex 1 e 2, ma anche provando alcune delle possibili varianti che sono illustrate sotto. Ogni quartina di sedicesimi che vedete nell'esempio dovrebbe essere trasferita nelle diteggiature. Anche in questo caso conviene fare un esempio pratico.

Pattern

Tra gli esempi proviamo il primo. La sequenza, pur essendo scritta sulle prime due corde, la rapportiamo ad esempio sulle coppie 4a e 3a, estendendone il pattern su tutti i box. Faremo quindi in modo che ogni box venga suonato, appunto, con il pattern appena scelto. Il risultato sarà il seguente:

Esercizio su 4a e 3a corda

Sta ora a voi organizzare il grosso del lavoro, traspostando sulle varie coppie di corde i vari esempi, e cercando di essere più che altro organizzati nello studio di questi pattern e, sopratutto, di questo sistema a coppie di corde.



Pagina precedente

torna all'inizio della pagina

Pagina successiva

Print