Intro
Costruzione
Diteggiature
Pentatonica minore
Pentatonica maggiore
Trasposizione
Pentatonica maggiore
Preparazione agli esercizi
Esercizi 1 - 6
Memorizzazione
Uso dei frammenti a coppie
Il fraseggio
Scale a tre note per corda



...search in soundme:
  
Ricerca personalizzata

Il fraseggio
sulle scale pentatoniche.

Le scale pentatoniche si prestano all'apprendimento del fraseggio, vuoi per lo loro popolarità, ma anche per la logica costruttiva nelle diteggiature, che abbiamo già identificato con il termine box. Ora è quindi giunto il momento di affrontare sul campo la scala pentatonica, lavorando sulla costruzione delle frasi basate appunto sulla sequenza di note della scala stessa, uscendo in alcuni casi dalla diteggiatura per andare a sviluppare un fraseggio su più posizioni, che poi è la cosa comune quando si suona in improvvisazione.
E' opportuno specificare il fraseggio con il termine lick, per indicare come questo non sia solo un esercizio fine a stesso ma anche una frase vera e propria da utilizzare in fase di composizione o di improvvisazione. Per questo motivo adotteremo anche diverse tonalità, in modo da agevolarne l'uso nelle più svariate situazioni. In ogni singola frase, dopo il numero del fraseggio, viene identificato il box (o i box, nel caso se usino più di uno) e la tonalità della scala pentatonica utilizzata.
Nelle pagine successive lavoreremo sui licks veri e propri. Questa pagina, invece, è dedicata sia a chi non ha mai preso dimestichezza con l'utilizzo della scala pentatonica nel fraseggio, ma anche a chi vuole trovare degli esercizi non difficili, ma non per questo meno utili, con i quali è possibile ad esempio fare del "riscaldamento" prima di suonare, studiare o registrare. Mentre, se torniamo al primo caso, è opportuno allenare le mani (ma non solo, anche la ...testa), a vedere la scala non più come sequenza di note fine a se stessa, ma piuttosto come la possibilità di gestirne ogni suo singolo aspetto, melodico o tecnico che sia.
Passate qualche giorno a sperimentare gli esercizi proposti, lavorando, se possibile, con il metronomo, impostato naturalmente a velocità a voi più consone (sempre basse, mi raccomando, almeno all'inizio). Gli esercizi sono in serie crescente di difficoltà di esecuzione, e come tali vanno eseguiti. Dopo qualche giorno di apprendimento, potete passare alla sezione successiva.



Ex. 1 - Box 2 in Am
Questo primo esercizio, che per semplicità di esecuzione conviene analizzare sul Box 2, è in pratica la base che spiega come lavorare su tutti gli esercizi successivi. In pratica vengono utilizzate quattro note distribuite su due corde, ripetute due volte, suonate ad ottavi e che finiscono sulla nota da quarto. Tutto viene poi ripetuto scalando di una corda e mantenendo ovviamente la struttura all'interno della diteggiatura. Obbligatoria la pennata alternata e l'esecuzione, come sempre, a tempo (lento per chi inizia...).

    Play and listen to midi audio example.


Ex. 2 - Box 1 in Am
Rapportiamo quindi l'esercizio negli altri Box, cominciando con il Box 1. Ovviamente, rispetto al precedente esercizio non cambia nulla, tranne la posizione. L'esecuzione, anche se scritta sulle prime corde, viene fatta su tutte le coppie, come nell'ex 1.


Ex. 3 - Box 3 in Am

Ex. 4 - Box 4 in Am
Nel Box 4 ricordate di fare sempre attenzione alla terza corda, sulla quale il dito indice si trova a lavorare fuori posizione.


Ex. 5 - Box 5 in Am



Dopo avere analizzato come sviluppare la base degli esercizi su ogni diteggiatura della scala pentatonica, possiamo ora incrementare la difficoltà di esecuzione adattando opportunamente gli esempi successivi a ciascuno dei Box. In ogni esercizio trovate solamente scritta la diteggiatura sulle prime due corde: a voi il compito di estenderla su tutte le altre coppie di corde, e su ognuno dei cinque Box. Ricordiamo sempre l'esecuzione a pennata alternata e l'uso, se possibile, del metronomo.
Un ultimo consiglio su come suonare questa serie di esercizi potrebbe essere quello di svilupparne uno al giorno. Ad esempio, il primo giorno suonate l'esercizio base (dal 1 al 5), il secondo giorno l'ex. 6 (adattato ovviamente a tutti i Box), il giorno successivo l'ex. 7 e così via.
Nel caso invece questi esercizi vengano usati come riscaldamento, sta a voi la scelta su come utilizzarli.


Ex. 6

Ex. 7


Ex. 8

Ex. 9


Nelle due pagine successive trovate ora una serie di licks molto utili da adattare alle più svariate situazioni. Buon divertimento.




Pagina precedente

torna all'inizio della pagina

Pagina successiva

Print