Teoria e Armonia
Le note musicali
Tempo e ritmo
Scala maggiore
Prospetto scale maggiori
Intervalli
Esercizi sugli intervalli
Notazione anglosassone
Scala minore
Prospetto scale minori
Minore armonica
Prospetto scale min. armoniche
Minore melodica
Prospetto scale min. melodiche
Alterazioni
Rapporti fra le tonalità
Sistema modale
Armonizzazione scale
maggiori

Armonizzazione scale
minori

Le Cadenze
Il Giro Armonico


Notazione Anglosassone.

Attualmente la normale dicitura che determina il nome delle note viene vista su doppia terminologia. Da un lato la notazione tradizionale, quella che solitamente viene definita come europea (o latina), dall'altro la notazione cosiddetta anglosassone. E' proprio quest'ultima che viene sostanzialmente usata in quasi tutti i paesi, e oramai si può dire che ne diventerà presto uno standard.
Molto importante, quindi, prendere confidenza con la notazione inglese, e questa sezione serve appunto allo scopo di assimilare il più possibile i termini anglosassoni.
I nomi sillabici delle note vengono tradotti utilizzando delle singole lettere in maiuscolo, secondo lo schema che potete vedere qui sotto.

italiano DO RE MI FA SOL LA SI
inglese C D E F G A B

La memorizzazione dei termini anglosassoni è il sistema migliore per impadronirsi della terminologia. L'esercizio che viene proposto di seguito consiste nel compilare le tabelle che vedete sotto: si tratta, in pratica, di operare una traduzione delle note, abbinandone il paragone secondo lo schema sopra, note che saranno riferite agli accordi nei loro vari modi.
Nella dicitura di un accordo, il termine min o - (che indica il minore), o il termine  7 (che indica l'accordo di settima di dominante), sono da ritenersi uguali, sia nella scrittura che nel significato. Altri termini, invece, vengono tradotti. E' una pratica che col tempo vi sarà familiare.
Nella tabella superiore affiancherete alla notazione tradizionale la traduzione in inglese, mentre nella tabella inferiore farete il contrario. Le due tabelle mostrano comunque gli stessi accordi, cioè sono in pratica uguali, ma con la dicitura o italiana (sopra) o inglese (sotto), in modo tale da poter fare poi un controllo del lavoro svolto. Vi ricordo che i termini che diteggerete nelle apposite caselle rimarranno scritti fino alla chiusura della pagina del browser, dopo di che verranno cancellati automaticamente. In questo modo potrete fare più volte gli esercizi proposti, meglio se eseguiti in più giorni.
Compilate quindi nelle apposite caselle la traduzione appropriata.

DO RE MI FA
SOL LA SI DO 7
DO m FA# m7 SOL# SI b 13
RE add 9 SOLb LA maj 7 SI min 11
MI 7 SOL dim LA 7 #9 SI #5 b9
FA +5 LAb min LA# DO 6 / 9

C D E F
G A B C 7
C m F# m7 G# B b 13
D add 9 G b A maj 7 B min 11
E 7 G dim A 7 #9 B #5 b9
F aug Ab min A# C 6 / 9


Pagina precedente

torna all'inizio della pagina
Inizio pagina

Pagina successiva

Print